MUSICHE DAL MUSEO DI CIVIDALE: Riscoperti Bartolini, Aloisi, Bellinzani e Pavona

La stagione armonica per i Concerti in basilica

Nella basilica di santa Eufemia a Grado, il 15 settembre, la Stagione armonica di Padova ha proposto un concerto con musiche di Orindio Bartolini (1580-1640), Giovanni Battista Aloisi (? – 1655), Paolo Benedetto Bellinzani (1670-1725) e di Pietro Alessandro Pavona (1728-1786) maestri di cappella, rispettivamente, a Udine, Sacile e Cividale. Le musiche sono state recuperate negli archivi del Museo Archeologico di Cividale del Friuli dal maestro Sergio Balestracci su indicazione del direttore artistico dei Concerti in basilica 2020 organizzati dalla Socoba in collaborazione con il Polifonico di Ruda.
Nella basilica, rigorosamente distanziati, alla presenza di circa 130 persone, la Stagione armonica ha dimostrato di percorrere con sufficiente perizia i segreti della musica del Seicento e del Settecento. Manuel Tomadin all’organo Mascioni della basilica ha sapientemente sorretto le performances dei coristi per una serata all’insegna della qualità e della novità. Il pubblico ha dimostrato di gradire la proposta che ha arricchito la stagione musicale di Aquileia il cui filo rosso sono gli artisti della Regione Friuli Venezia Giulia o attivi in Friuli Venezia Giulia a partire dai discanti e dai drammi sacri di Aquileia proposti dalla Cappella Altoliventina. Gran finale il 27 dicembre con musiche dei contemporanei Plenizio e Domini.