CORORGANO: PRIMO CONCERTO IL 27 LUGLIO A TRIESTE

POI TRASFERIMENTO IN FRIULI: A TALMASSONS E MARANO
Gran finale a Prato Carnico e ad Aquileia

UDINE – Cororgano 2020 – festival di musica corale e organistica organizzato dal Coro Polifonico di Ruda e sostenuto dalla regione Friuli Venezia Giulia e dal Mibact – partirà lunedì 27 luglio da Trieste. Il concerto sarà ospitato dalla Chiesa evangelico-luterana di Largo Panfili con inizio alle ore 21.00. Protagonista sarà il coro giovanile Artemia di Torviscosa, diretto da Denis Monte, che presenterà musiche di Britten, Faurè, Dipiazza e Kocsar. All’organo, che fu di Julis Kugy, Giacomo Bonutti. A causa delle restrizioni per il Coronavirus in chiesa potrà accedere un numero limitato di persone, tutte comunque munite di mascherina. Le porte della chiesa, tuttavia, rimarranno aperte per dare la possibilità di assistere e partecipare al concerto anche stando all’esterno.

Il Piccolo Coro Artemìa ha partecipato a concerti, rassegne e festival corali in Italia e all’estero (Austria, Slovenia, Repubblica Ceca, Ungheria, Belgio, Gran Bretagna, Scozia e Canada). Dal 2004 collabora con Elisa per la realizzazione di diversi concerti e produzioni musicali (Lotus Tour, Soundtrack Tour, Ivy Tour I&II, Italia Loves Emilia-Campovolo, Amici a Cividale, Together Here We Are-Arena di Verona, Ivy, Steppin’ on Water, Luce in Cattedrale-Duomo Milano). Ha condiviso il palco in diverse occasioni cantando con artisti come Luciano Ligabue, Mario Biondi, The Kolors, Fabri Fibra, Luca Carboni, Francesco De Gregori, Jack Savoretti, The Leading Guy. Nel 2011, 2015 e 2019 si aggiudica la fascia di eccellenza e il Gran Premio di eccellenza (nel 2011) alla manifestazione Corovivo. A maggio 2015 vince il Primo Premio nella categoria musiche d’autore al 39° Concorso Corale Nazionale di Vittorio Veneto. A luglio 2015 ha rappresentato la coralità giovanile friulana al progetto Vivaio di Voci presso Padiglione Italia a Expo 2015. Nel 2017 si aggiudica il Primo Premio e il Gran Premio al 5° Concorso Internazionale Città di Palmanova e il Primo Premio nella categoria Cori Giovanili al 9° Concorso Nazionale “Il Garda in Coro” di Malcesine. A novembre 2017 si aggiudica il Secondo Premio al Concorso Polifonico Nazionale di Arezzo.

Centrale nello sviluppo di Cororgano è la valorizzazione e in alcuni casi la riscoperta degli organi della regione. Il Friuli Venezia Giulia è infatti la regione italiana con il più alto numero di strumenti per abitante. Un record difeso soprattutto dopo il terremoto del 1976 con una costante e radicale campagna di restauro. Oggi in regione si possono ascoltare organi Dacci, Zanin, Callido, Bossi, Mascioni, De Lorenzi, ecc. tutti funzionanti e ben conservati. Questo obiettivo del festival va di pari passo con la decisione del Polifonico, assunta nel 2002, di procedere alla catalogazione di tutti gli organi della regione suddivisi per la quattro diocesi. Ad oggi, alla collana, mancano solo due volumi dell’arcidiocesi di Udine. Alla fine sarà un lavoro ciclopico che farà del Friuli Venezia Giulia l’unica regione a potersi fregiare di un’opera simile.
L’edizione 2020 di Cororgano si trasferirà poi in Friuli: due i concerti in programma rispettivamente a Talmassons (organo Zanin) il 10 agosto e a Marano Lagunare (organo Dacci) il 30 agosto: suoneranno rispettivamente il duo Enrico e Valeria Zanovello e Manuel Tomadin oggi considerato il più talentuoso organista italiano. Infine due i concerti del Polifonico di Ruda rispettivamente a Prato Carnico il 3 settembre nell’ambito del cartellone Carniarmonie e l’altro nella grande basilica di Aquileia domenica 27 settembre.