CONCORSO CORALE INTERNAZIONALE DI RIMINI – Il Polifonico di Ruda vince il Grand Prix dopo essersi imposto nelle categorie “Musica sacra” e “Voci pari”

Al concorso “virtuale” hanno partecipato 52 cori di tutto il mondo. Mai un coro italiano aveva raggiunto simili traguardi

Il Coro Polifonico di Ruda, diretto da Fabiana Noro, ha dominato la XIV edizione del Concorso corale internazionale di Rimini svoltosi in modo virtuale in questo week end nella città adriatica. Il coro friulano si è imposto davanti a 52 complessi corali provenienti da tutto il mondo risultando primo nella categoria “Voci pari” – con punti 93,33/100 – davanti a un coro giapponese e a un coro norvegese e nella categoria “Musica sacra” – con punti 93.67/100 – davanti a un coro russo e a un coro cinese. Infine il coro ha primeggiato nel Grand Prix, una sorta di concorso a parte tra i dieci cori più bravi del concorso selezionati dalla giuria, risultando primo in assoluto. “Un risultato incredibile – ha commentato a caldo il direttore Fabiana Noro – che ci ripaga del sacrificio di questi mesi, sia per cantare con visiere e mascherine, sia per l’impossibilità di esercitare fino in fondo la nostra attività causa la pandemia. Un risultato che nessun coro italiano ha mai conseguito – ha proseguito Noro – e che, raggiunto da un coro di un piccolo paese qual è Ruda amplifica ancora di più i nostri meriti”.

Il Polifonico aveva presentato le registrazioni effettuate ad Aquileia, lo scorso mese di settembre, nell’ambito del festival organizzato dalla Società per la conservazione della basilica: per la categoria “Voci pari” il brano “Lux aurumque” di Eric Whitacre e per la categoria “Musica sacra” il brano “Ubi caritas et amor” di Manolo da Rold. Al Grand Prix il coro ha presentato il brano del compositore giapponese Kentaro Sato, “Expergisci”. Un giusto mix sapientemente predisposto da Fabiana Noro che alla fine ha convinto la giuria presieduta da Vaclovas Augustinas (Lituania) e composta dai maestri Pietro Ferrario (Italia), August Pamintuan (Filippine), Fabio Pecci (Italia) e Heechurl Kim (Corea del Sud).

Con questi tre primi premi il carnet del Polifonico sale e 28 primi premi da quando alla guida tecnica del coro è stata chiamata Fabiana Noro (2003), un risultato incredibile e straordinario. Nel mondo nessun coro può vantare il palmares del Polifonico, cultore delle tradizioni friulane ma sempre proiettato verso nuovi traguardi e verso nuove sfide.