CONCERTI IN BASILICA 2019 – SABATO 14 SETTEMBRE AD AQUILEIA GRAN FINALE CON LA MUSICA DEI CIELI

Il coro polifonico di Ruda ne La Musica dei Cieli

Il Polifonico e Giuseppe Bevilacqua in un progetto liberamente ispirato al Paradiso di Dante

AQUILEIA – Gran finale per l’edizione 2019 dei Concerti in basilica ad Aquileia organizzati dalla Socoba con il contributo della regione Friuli Venezia Giulia e di diversi sponsor privati. Sabato 14 settembre, alle 20.45, è infatti prevista l’esibizione del Coro Polifonico di Ruda, diretto da Fabiana Noro, in un progetto liberamente ispirato al Paradiso di Dante. Sarà l’attore e direttore prosa del teatro Giovanni da Udine, Giuseppe Bevilacqua, a condurre il pubblico attraverso la terza cantica del sommo poeta mentre il coro legherà il tutto con un programma sacro quasi completamente ‘a cappella’ di autori dell’Ottocento e del Novecento.

Bevilacqua, in particolare, leggerà passi dal Canto I (1-12, 37-87), dal Canto III (69-123), dal Canto XI (57-63, 73-87), dal Canto XXI (107-123) e dal Canto XXXIII (1-57, 84-93, 105-145) mentre il Polifonico, dopo l’apertura con il De profundis di Arvo Part (1935) proseguirà la sua esibizione con brani di Ambroz Copi (1973), Joseph Rheinberger (1839-1901), Grigori Ljiubimov (1882-1934), Francis Poulenc (1899-1963), Pau Casals (1876-1973), Pavel Chesnokov (1877-1944), Ola Gjeilo (1978), Dmitrij Bortnjanskij (1751-1835), Giovanni Bonato (1961), Manolo da Rold (1976) ed Eric Whitacre.

Il progetto La musica dei Cieli nasce da una intuizione di Fabiana Noro: ‘’si tratta di evidenziare un protagonista tra i tanti del Paradiso – dice – e di accompagnare le relative letture con dei brani che si avvicinino ai temi trattati dal sommo poeta. In particolare nel progetto saranno evidenziate le figure di Piccarda Donati, Giustiniano, san Francesco d’Assisi, Pier Damiani mentre il finale sarà dedicato all’empireo e alla perfetta beatitudine del poeta che vede la luce di Dio e trova la sua voce nei brani Sweet di Manolo da Rold e Lux aurumque di Eric Whitacre’’.

L’edizione 2019 dei Concerti in basilica – nove appuntamenti due dei quali nella splendida basilica di santa Eufemia a Grado – è stata caratterizzata da un’ampia partecipazione die pubblico. In media circa 400 persone a concerto. Naturalmente il concerto più seguito è stato quello, il giorno di Ferragosto, della Mahler Jugendorchester, da tre anni ormai ospite fissa degli appuntamenti sacri nella basilica di Santa Maria Assunta.