LA MUSICA DEI CIELI: IL CORO POLIFONICO DI RUDA INCONTRA DANTE

Prima assoluta a Udine, domenica 2 dicembre, chiesa di San Pietro Martire, ore 17.30
PROTAGONISTI IL CORO POLIFONICO DI RUDA E GIUSEPPE BEVILACQUA

Il Coro Polifonico di Ruda incontra Dante. Il risultato è il progetto “La musica dei cieli” – ispirato appunto dal Paradiso dantesco – che sarà presentato in prima assoluta a Udine domenica 2 dicembre. Il concerto si terrà nella centralissima chiesa di san Pietro martire con inizio alle ore 17:30. L’organizzazione è del Centro culturale “Il Villaggio” che da anni ormai è solito regalare alla città un momento di riflessione per il periodo natalizio. Quest’anno la scelta è caduta sul coro diretto da Fabiana Noro che per l’occasione ha predisposto un progetto unitario che prevede anche la voce recitante di Giuseppe Bevilacqua, direttore della sezione teatro del Giovanni da Udine, cui spetterà leggere alcuni passi danteschi.
“La musica dei cieli” fa riferimento ai dieci cieli più l’empireo cui Dante ha suddiviso il “suo” Paradiso. Per ogni cielo il coro proporrà alcuni brani che si legano indissolubilmente al passo dantesco letto dalla voce recitante. Ne uscirà quindi un progetto unitario, senza soluzione di continuità, che accompagnerà l’ascoltatore sia in un percorso di innalzamento spirituale, sia in un approfondimento dei testi del sommo poeta. Via via si incontreranno vari protagonisti: dall’imperatore Giustiniano a Pier Damiani, da san Francesco a Piccarda Donati ad altri protagonisti del Paradiso della Divina commedia cui si legheranno i brani polifonici del coro di Ruda.
Come da anni, il momento espressivo che Il Centro Culturale Il Villaggio e le associazioni che collaborano al progetto “Tu sei un bene per me” propongono nel periodo che va verso il Natale è dedicato alle Tende AVSI: le Tende sono un’iniziativa per far conoscere e sostenere alcuni dei molti progetti che AVSI porta avanti nel mondo per promuovere la vita di persone e comunità che stanno affrontando situazioni di conflitto, di povertà, di isolamento. Nell’incontrare queste realtà, nel condividere la loro esperienza e il loro cammino, “capiamo un po’ di più anche noi chi siamo – precisa Giorgio Lorenzon, presidente del Centro “Il Villaggio” – nell’incontrare il loro volto emergono aspetti belli del nostro volto, tante volte nascosti nella routine delle nostre giornate. Così l’esperienza del Natale diventa di più un’esperienza che entra nella carne della nostra vita e anche durante il concerto siamo invitati a metterci in cammino, attraverso la poesia e il canto, alla ricerca del nostro volto, di ciò che può compiere il desiderio del nostro cuore e anche l’incontro con gli altri e la condivisione del loro bisogno fa parte di questo cammino”.

Il Coro Polifonico di Ruda – accompagnato da Manuel Tomadin all’organo e Gabriele Rampogna alle percussioni – proporrà musiche di Chesnokov, Ljubimov, von Suppè, Giavina, Gjeilo, Casals, Čopi, Whitacre e Pärt.