2017 DA INCORNICIARE PER IL POLIFONICO

Dimensione nazionale con concerti in TAA, Veneto, Puglia, Basilicata e Abruzzo
Per l’anno entrante già in cantiere dieci appuntamenti in Italia e all’estero

E’ stato un anno da incorniciare per il Polifonico quello che sta per concludersi. Con Light and Shadows, Luci e ombre, davanti al pubblico amico, il coro diretto da Fabiana Noro ha concluso l’attività 2017 con un crescendo sottolineato dal folto pubblico presente nella parrocchiale di santo Stefano. L’anno che se ne va ha visto il coro assumere una dimensione nazionale vista la sua partecipazione a diversi festival in Veneto, Trentino Alto Adige, Abruzzo, Puglia e Basilicata: una attività che nessun coro regionale può vantare e frutto di tanti decenni di duro lavoro volto a perfezionare la qualità dell’offerta musicale.
Nel 2017 il coro ha sostenuto ben 35 concerti, insomma una attività ininterrotta dal 1945 che sotto la direzione di Noro ha assunto caratteristiche assolutamente professionali. Tutti i concerti – soprattutto nei festival – sono stati contraddistinti da una partecipazione davvero straordinaria e tutte le performance sono state salute da ampi e vivi consensi. Segno che la strada è quella giusta. Il tutto grazie anche alla collaborazione di valenti professionisti quali Ferdinando Mussutto, Riccardo Pes, Gabriele Rampogna e Antonio Merici che in questi mesi hanno valorizzato con la loro presenza le esibizioni del coro friulano.
Il 2018 già si presenta pieno zeppo di impegni. Sarà l’anno dell’uscita del film ‘Resina’ di Renzo Carbonera, già presentato ai festival di Montreal e Praga, al quale il Polifonico ha ‘prestato’ la sua voce. Poi le esibizioni già programmate a Grosseto, Firenze, Bari, Ferrara e la trasferta in Francia per il gemellaggio di Ruda con i comuni francesi di Castin e Duran. Il coro sosterrà due concerti nella cattedrale di Ouch, splendido esempio di gotico francese, mentre in autunno parteciperà ad un concorso corale internazionale particolarmente impegnativo. In queste settimane intanto Noro perfezionerà le audizioni organizzate per inserire nel coro nuove voci.